Ribolla di Oslavia

Ribolla di Oslavia

Tre vignaioli – Princic, Primosic e Radikon – nove vini e un protagonista: la Ribolla di Oslavia. Con Sofia Landoni e Altai Garin

Ci sono alcuni vini che strabordano di capacità espressiva, talvolta veicolata in una compostezza che rimanda al silenzio. Fra questi c’è sicuramente la Ribolla di Oslavia, dorata veste di un’uva fra le più identitarie sulla faccia della terra. La bacca della Ribolla Gialla si anima di ossimori, di contrasti e di veementi affermazioni di vita; si anima di un carattere rude, che sembra portare in sé il calco della storia che l’ha svezzata. La brutalità e la ripartenza convivono, silenziosamente, nella storia di Oslavia e nella sua terra, da cui la Ribolla attinge i tratti marcati delle proprie fattezze.

Da quel piccolo angolo di mondo, dove la lingua italiana si fondeva a quella slovena e i confini dissolvevano in una labile linea illusoria eppure tanto determinante per la storia dell’epoca, là dove l’umanità ha raggiunto profondità e abissi inimmaginabili, la Ribolla Gialla ha significato tanto.


Tre vignaioli, nove vini e un protagonista, la Ribolla di Oslavia. Questa serata vuole permettere l’incontro affascinante con un vitigno inscindibile dalla sua terra e dalla sua storia, con l’augurio che possa essere la scintilla iniziale di una curiosità che vi porterà, prima o poi, a respirare il silenzio di Oslavia.

In degustazione

·    Ribolla Gialla 2014 – Dario Princic
·    Ribolla Gialla 2015 – Dario Princic
·    Ribolla Gialla 2016 – Dario Princic
·    Ribolla Gialla 2013 – Primosic
·    Ribolla Gialla 2014 – Primosic
·    Ribolla Gialla 2015 – Primosic
·    Ribolla Gialla 2012 – Radikon
·    Ribolla Gialla 2008 – Radikon
·    Ribolla Gialla 2004 - Radikon

Conducono la serata

Sofia Landoni nasce a Milano nel 1991 e fin dalla tenera età manifesta sospetti interessi per il vino. Un presagio che la porta a laurearsi in Scienze e Tecnologie Agrarie e a qualificarsi come Sommelier AIS nel 2015. A seguito di alcune esperienze presso aziende vitivinicole, torna a Milano e inizia a lavorare come giornalista, collaborando con testate di settore fra cui Spirito DiVino, James Magazine, Passione Gourmet, FineDiningLovers, Sale&Pepe e Food&Beverage. Completa il suo percorso in AIS come Degustatore ufficiale, collabora nella redazione delle Guide Vitae e Viniplus e nell’attività di relatore per la lezione di viticoltura negli Istituti Alberghieri.


Altai Garin, millesimato 1990, nasce ad Aosta. Abbandonato il nido di Courmayeur, decide di approcciarsi in maniera sistematica al vino, diventando sommelier AIS a Milano nel gennaio 2016. Dopo poco più di un anno consegue il "Master in gestione e comunicazione del vino" presso ALMA, a Colorno (PR). Qui gli viene riconosciuta la menzione di "Miglior tesi del corso" dal titolo: Les vignerons des Pyrénéés.
Degustatore ufficiale AIS, collabora attualmente con la delegazione di Milano come sommelier e in qualità di relatore, nonché come redattore delle guide associative Viniplus e Vitae.

Informazioni e Prenotazioni

Per informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Data
Martedì 21 maggio 2019 ore 21:00


Sede

Hotel The Westin Palace
Piazza della Repubblica 20, Milano

Quota di partecipazione
Soci AIS: 40 euro


Posti disponibili 80

La prenotazione è aperta dal giorno 28 aprile 2019

L'evento è riservato ai Soci AIS in regola con la quota associativa di AIS Nazionale.


La prenotazione è obbligatoria e impegnativa.

Caratteristiche dell'evento

Inizio evento 21-05-2019 21:00
Termine evento 21-05-2019 23:00
Data inizio iscrizioni 28-04-2019 0:00
Posti 42
Chiusura iscrizioni 20-05-2019 13:55
Costo per persona 40,00€
Luogo
The Westin Palace Hotel
Piazza della Repubblica, 20, 20124 Milano MI, Italia
The Westin Palace Hotel
Effettua il login per iscriverti a questo evento
40,00€ 2