Châteauneuf-du-Pape

Châteauneuf-du-Pape

Una serata dedicata ai vini del Rodano meridionale attraverso le migliori espressioni di Châteauneuf-du-Pape (e non solo) guidati da Artur Vaso, miglior sommelier della Lombardia 2017 e più volte finalista al concorso Miglior Sommelier d'Italia.

Territorio dal fascino immutato nel tempo, andremo a conoscere il luogo nel quale Pape Clément V, nei primi anni del XII secolo, spostò l’intera corte papale per sfuggire ai tumulti di Roma. Ci troviamo in Provenza, vicino ad Avignone. Papa debole e dall’atteggiamento ambiguo collocato da Dante nell’Inferno, era amante del vino e della viticoltura alla quale si era dedicato in precedenza quando, nominato arcivescovo di Bordeaux, ricevette in dono dal fratello una tenuta a Pessac-Léognan, comprendente un vigneto di cui si occupò attivamente e che prese in seguito il nome di Château Pape Clément,  Cru Classé nella Classificazione delle Graves del 1953.  

Nominato papa e trasferitosi nelle vicinanze di Avignone, Pape Clément V mise in pratica le pratiche agronomiche utilizzate a Bordeaux e il suo successore, Pape Jean XXII, continuò nell’opera scegliendo come residenza estiva Châteauneuf-Calcernier, distante solo pochi chilometri da Avignone ed erigendo un nuovo castello capace di accogliere il papato attorno al quale fu piantato il primo vigneto pontificio. Solo alla fine del XIX secolo il nome della città passò da Châteauneuf-Calcernier a Châteauneuf-du-Pape.

Varie vicissitudini si susseguirono fino a quando il vigneto, devastato dalla fillossera, fu reimpiantato e innestato su vite americana nel 1893, scegliendo fra diverse varietà di vite europea. Oggi, in quello che è il distretto vitivinicolo del Rodano meridionale, si trova la denominazione più famosa, Châteauneuf-du-Pape, riconosciuta AOC nel 1936, che vanta la possibilità di utilizzare fino a 13 varietà di uve, a bacca nera e bianca. Fra le principali denominazioni AOC della zona meridionale si trovano anche Gigondas e Vacqueyras.

La produzione privilegia nettamente la produzione di vini rossi ottenuti dai principali vitigni fra i quali un posto d’onore è riservato al grenache noir seguito a notevole distanza da syrah, mourvèdre, cinsaut, muscardin, counoise, vaccarèse e terret  noir fra quelli a bacca nera e grenache blanc, clairette, bourboulenc, roussanne, picpoul e picardan fra i vitigni a bacca bianca. Mentre a Châteauneuf-du-Pape si registra una marginale produzione di vini bianchi e rosati, nelle denominazioni Gigondas e Vacqueyras la produzione è riservata ai soli vini rossi.

Con Artur Vaso, esperto conoscitore dei vini del Rodano e non solo, avremo la possibilità di degustare cinque delle migliori espressioni di Châteauneuf-du-Pape Rosso e due vini delle denominazioni Gigondas e Vacqueyras. Sarà un’esperienza imperdibile per chi vuole conoscere uno stile di vino, ottenuto prevalentemente da assemblaggio di uve, che ha contribuito a rendere celebre la Valle del Rodano nel mondo.

Conduce la serata

Artur Vaso, classe 1974, sommelier professionista e relatore AIS. Miglior sommelier della Lombardia 2017 e più volte finalista del concorso Miglior Sommelier d'Italia, è docente di Enogastronomia Ristorazione e Sala Bar a Brescia. Ha diverse collaborazioni in Franciacorta e in Valpolicella, dove è Brand Manager delle Cantine Aldegheri a Sant'Ambrogio di Valpolicella. WSET Certified in Wine & Spirit, è un importante collaboratore di AIS Brescia nonché docente del progetto di formazione didattica negli Istituti Alberghieri di AIS Lombardia.

Vini in degustazione

Châteauneuf-du-Pape Château de Beaucastel 2017 – Famille Perrin
Châteauneuf-du-Pape Clos du Calvaire 2017 - Vignobles Mayard
Châteauneuf-du-Pape Reserve 2014 - Roger Sabon
Châteauneuf-du-Pape Clos Saint Antonin 2015 – Famille Sabon
Châteauneuf-du-Pape Vieilles Vignes 2017 - Domaine de la Janasse
Gigondas La Gille 2017 - Perrin et Fils
Vacqueyras Grande Garrigue 2016 - Alain Jaume & Fils

 

Informazioni
Per maggiori informazioni scrivere a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Iscrizioni
Iscrizioni esclusivamente sul sito www.aismilano.wine


Data
Lunedì 9 novembre 2020 ore 21.00

Sede
Hotel The Westin Palace

Piazza della Repubblica 20, Milano

Quota di partecipazione 

Soci AIS: 45

Posti disponibili: 60

Le prenotazioni sono aperte dal giorno 11 febbraio 2020.

L’evento è riservato ai Soci AIS in regola con la quota associativa di AIS Nazionale, obbligatorio mostrare la tessera all'ingresso.

La prenotazione è obbligatoria e impegnativa.

Caratteristiche dell'evento

Inizio evento 09-11-2020 21:00
Termine evento 09-11-2020 23:00
Data inizio iscrizioni 11-02-2020 0:00
Posti 71
Chiusura iscrizioni 02-11-2020 23:00
Costo per persona 45,00€
Luogo
The Westin Palace Hotel
Piazza della Repubblica, 20, 20124 Milano MI, Italia
The Westin Palace Hotel
Effettua il login per iscriverti a questo evento
45,00€