Il Ritrovino. Incontri e confronti. Custoza. L’antitetica natura estroversa di un vino nato dal ghiaccio

Il Ritrovino. Incontri e confronti. Custoza. L’antitetica natura estroversa di un vino nato dal ghiaccio

Una tipologia di vino intorno alla quale confrontarsi e tanta voglia di condivisione. Il nuovo appuntamento del ciclo di incontri on-line dal titolo “Il Ritrovino. Incontri e confronti” vedrà come protagonista il Custoza e, naturalmente, i partecipanti, con i loro racconti e commenti. A moderare l’incontro il sommelier Davide Garofalo.

Ritrovarsi con un calice di vino in mano, discutendo di vitigni, territori, annate e produttori, confrontandosi e scambiandosi pareri e opinioni, è uno dei momenti che più appassiona tutti gli amanti del nettare di Bacco.

Lo faremo on-line con il ciclo di incontri dal titolo: “Il Ritrovino. Incontri e confronti”. Il protagonista sarà naturalmente il vino, ma anche e soprattutto i partecipanti, con il racconto di ciò che trovano nel loro bicchiere condividendo le loro sensazioni ed emozioni con il gruppo che ogni volta si formerà. Insieme a loro un moderatore che coordinerà l’incontro, ovviamente in compagnia di un calice di vino.

Il tema del Ritrovino

Sul Bianco di Custoza o Custoza, per dirla con fare Disciplinare, qualche eccentrico sognatore affermò fantasticando a briglie sciolte:

Il Bianco di Custoza è una sorgente di luce, terso come le mattinate primaverili nelle quali i profili dei colli morenici si stagliano netti nel cielo azzurro. Il colore è splendente, non si sgrana.

Odora di pesche, di pomi lazarìni, di nocciole. Ha il profumo delle rose di maggio, quelle piccole, rosse, che i muri delle ville nobiliari e i cancelli delle abitazioni non riescono a trattenere, del ranuncolo, della malva. Il sapore è algente, prezioso, dà lo stesso brivido piacevole di quando si morde una mela non ancora matura, una mora di siepe, un filo d’erba che, supini nei prati di trifoglio, si mastica guardando le nuvole correre in cielo”.

Sebbene il mainstream in fatto di tendenze sul vino non lo celebri a dovere, le tavole più fantasiose che manifestano l’eclettismo pantagruelico dell’oggi ne andrebbero orgogliose.

Di questo autentico figlio del ghiacciaio, parliamone e beviamone, emanando al contempo un soffio cosciente sulla sua impolverata verità.

Come funziona

 -   Acquista una bottiglia di Bianco di Custoza o Custoza DOC del produttore che desideri;

 -   Usa preferibilmente un calice da vini bianchi, non molto ampio o panciuto ma slanciato e stretto. Il calice AIS, per esempio, è ideale;

 -   Metti la tua bottiglia in fresco e il giorno della degustazione, all’inizio dell’incontro, versa il vino nel tuo calice a una temperatura di circa 10-12 °C;

 -   Mentre partecipi a Ritrovino, tieni acceso il microfono e la telecamera.

Il moderatore

Davide Garofalo, direttore creativo di professione, è responsabile artistico della rivista e della guida Vitae. Sommelier e grande appassionato del mondo del vino e della gastronomia, collabora come ideatore e relatore in numerosi eventi legati alle degustazioni e all’abbinamento cibo-vino.

Quando

Lunedì 1 marzo 2021 - ore 20.30 | 22.00

Costo e partecipazione

10 € - evento riservato ai Soci AIS in regola con la quota associativa di AIS Nazionale 2021.

Iscrizioni aperte dal 19 febbraio 2021

Posti disponibili: 25

Prenotazioni

Dopo l’iscrizione on-line sul sito di AIS Milano (www.aismilano.wine) sarà comunicato il link per partecipare all’evento attraverso il sistema di videoconferenza Zoom.

Caratteristiche dell'evento

Inizio evento 01-03-2021 20:30
Termine evento 01-03-2021 22:00
Data inizio iscrizioni 19-02-2021 0:00
Posti 25
Chiusura iscrizioni 27-02-2021 0:00
Costo per persona 10,00€
Luogo
Conferenza Web
Gli estremi saranno comunicati a iscrizione avvenuta
Conferenza Web
Effettua il login per iscriverti a questo evento
10,00€ 2