Alla ricerca delle origini: Viaggio nelle vigne a piede franco d'Italia

Alla ricerca delle origini: Viaggio nelle vigne a piede franco d'Italia

Verso la fine del 1800 il più grande flagello del mondo vitivinicolo colpì implacabilmente le vigne di tutta Europa: la fillossera. Un piccolo insetto della famiglia degli afidi, proveniente dal Nord America, che, attaccando le radici, fu in grado di distruggere in pochi anni gran parte dei vigneti del vecchio continente. 
Fortunatamente, grazie all’utilizzo delle tecniche vivaistiche, le vigne superstiti furono innestate sugli apparati radicali - i cosiddetti “piedi” - di alcune tipologie di vitigni americani, resistenti a questo insetto. 
Tuttavia se in questo modo si riuscì a salvare il patrimonio ampelografico autoctono europeo, alcuni caratteri ancestrali, come le diverse interazioni tra vigna, apparato radicale e terreno, andarono tuttavia perdute. 

In questo panorama di devastazione si salvarono alcune piccole enclaves in cui la fillossera non riuscì a prosperare e diffondersi, per merito di particolari tipologie di suolo o per la resistenza congenita di alcuni vitigni. 
Vigne che né allora né oggi sono mai state innestate su piede americano e che prendono il nome di vigne “a piede franco”. 

Tramite il racconto di Davide Gilioli e Gabriele Merlo approfondiremo la storia, analizzeremo le motivazioni che hanno portato alla diffusione di questo parassita e scopriremo i territori che invece ne sono rimasti indenni. 
I nostri due giovani relatori ci guideranno dalle alte vette della Valle d’Aosta ai suoli vulcanici del Sud Italia, passando per le sabbie del Delta del Po. 
Un vero e proprio viaggio in Italia alla scoperta di vitigni autoctoni, di piccole denominazioni e di territori che hanno molto da raccontare, tutti rigorosamente costituiti da vigne non innestate. 

Non perdete l’occasione per degustare vini insoliti e poco conosciuti, cercando di capire, attraverso il calice, quanto la vigna e il territorio siano intimamente connessi nella produzione di vini di grande qualità.


Vini in degustazione

1. Valle d'Aosta Blanc de Morgex et de La Salle DOC 2016 - Maison Vevey Albert (100% prié blanc)
2. Campi Flegrei Falanghina DOC "CRUna deLago" 2015 - La Sibilla (100% falanghina)
3. Emilia IGT "Baba" 2015 - Mattarelli (100% fortana)
4. Dolcetto d'Alba DOC "Boschi di Berri" 2016 - Marcarini (100% dolcetto)
5. Vino Rosso "Piede Franco" 2015 - Calabretta (100% nerello mascalese)
6. Vigneti delle Dolomiti IGT "Perciso" 2013 - I Dolomitici (100% lambrusco a foglia frastagliata)
7. Carignano del Sulcis DOC "Seruci" 2015 - Esu (100% carignano)

 

Conducono la serata

Davide Gilioli nasce nel 1981 a Ferrara, dove inizia a lavorare nel settore della finanza. Rimane quasi totalmente estraneo al mondo del vino fino all’età di 26 anni, quando viene coinvolto da amici in degustazioni amatoriali. Nel 2009 si iscrive al primo livello del Corso per Sommelier presso la delegazione AIS di Ferrara (solo perché “a 200 metri da casa...”) e fu subito travolgente passione... Trasferitosi a Milano per lavoro, consegue qui il titolo di Sommelier nel 2012 e di Degustatore nel 2014. Sostenitore delle tradizioni eno-gastronomiche locali, ha orientato la sua passione alla valorizzazione dei vitigni autoctoni e delle zone vitivinicole ritenute “minori”. Collabora da diversi anni con le redazioni di AIS Milano e di AIS Lombardia, inclusi i progetti delle guide Vitae e Viniplus. È relatore abilitato per il secondo livello per la lezione su Emilia-Romagna e Marche.

Gabriele Merlo nasce a fine vendemmia 1982, meravigliosa annata nella sua amata Langa, da padre brianzolo (ahimè) e madre pavese (fortunatamente). Sin da piccolo il nonno cerca d'instradarlo sulle vie dell'Oltrepò; viene definitivamente folgorato dal mondo del vino al termine degli studi di Medicina Veterinaria. Oggi lavora per l'Assicurazione Qualità di una famosa azienda della GDO, con specializzazione nel controllo dei prodotti ittici e carni. Il diploma di Sommelier AIS lo ottiene nel maggio 2012, da quel momento collabora con la redazione AIS Milano per poi diventare Degustatore nel 2015 e partecipare ai lavori per le guide Vitae e Viniplus . Appassionato di viaggi, cucina e di microproduzioni enogastronomiche tipiche, gira in lungo e in largo alla ricerca di ciò che l'Italia ed il mondo hanno di buono da offrire... mangiare e bere! È relatore abilitato per il terzo livello per la lezione sui prodotti della pesca.

Caratteristiche dell'evento

Inizio evento 06-03-2018 21:00
Termine evento 06-03-2018 23:00
Data inizio iscrizioni 19-02-2018 0:00
Posti 80
Chiusura iscrizioni 04-03-2018 23:55
Costo per persona 30,00€
Luogo
The Westin Palace Hotel
Piazza della Repubblica, 20, 20124 Milano MI, Italia
The Westin Palace Hotel
Effettua il login per iscriverti a questo evento
30,00€ 28