La zonazione del comprensorio vitivinicolo della Vallecamonica

La zonazione del comprensorio vitivinicolo della Vallecamonica

Una serata di grande approfondimento insieme ai ricercatori dell’Università degli Studi di Milano e alcuni produttori della Vallecamonica. In degustazione Merlot e Manzoni bianco, divisi per le sottozone individuate dal progetto di zonazione.

Il progetto Val.So.Vi.Ca.* (Valorizzazione Sostenibile della Vitivinicoltura in Vallecamonica), iniziato nell’agosto 2019, sta volgendo verso il termine, previsto per il 31 gennaio 2023.

La finalità principale del progetto è la “Zonazione del comprensorio della Vallecamonica” che avrà importanti ricadute su questo territorio della Lombardia. Al termine del progetto, infatti, verrà creato un “Manuale d’uso del territorio” che guiderà i viticoltori nelle scelte d’impianto (forma di allevamento, densità d’impianto, orientamento dei filari, sistemazione del suolo, regimazione delle acque), nella gestione del vigneto (gestione del suolo, gestione della chioma, fertilizzazione, irrigazione, inerbimento) e nelle scelte genetiche (scelte delle varietà, scelta del clone, scelta del portinnesto). La zonazione avrà quali destinatari i tecnici, il sistema turistico e gli Enti comprensoriali.

I vitigni di riferimento

I vitigni sul quale è improntato lo studio scientifico di ricerca sono il merlot ed il Manzoni bianco. Durante la serata verranno degustati i vini prodotti con questi vitigni, divisi per le sottozone vitivinicole individuate dal progetto, andando a cercare le differenze date dai particolari aspetti pedoclimatici presenti nelle diverse zone di coltivazione. Verranno degustati 5 merlot e 5 Manzoni bianco.

La degustazione

La degustazione sarà guidata dai ricercatori dell’Università degli Studi di Milano, dipartimento coltivazioni arboree, con la presenza di alcune aziende vitivinicole della Vallecamonica, affiancati dal sommelier Davide Gilioli.

Il Silter DOP

La degustazione dei vini sarà accompagnata dal formaggio Silter DOP: formaggio vaccino a pasta dura prodotto con latte crudo e stagionato per almeno 100 giorni. Il Silter DOP è prodotto con latte di bovine provenienti per almeno l’80% dalle razze Grigio Alpina, Pezzata Rossa e Bruna. Quest’ultima deve rappresentare almeno il 60% delle vacche in lattazione presenti nella singola azienda.

  • FEASR – Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 MISURA 16 – “COOPERAZIONE” SOTTOMISURA 16.1 – “Sostegno per la costituzione e la gestione dei Gruppi Operativi del PEI in materia di produttività e sostenibilità dell’agricoltura” OPERAZIONE 16.1.01 – “Gruppi Operativi PEI”

 

Conduce la serata

Davide Gilioli, classe 1981, nasce a Ferrara dove inizia a lavorare nel settore della finanza. Sommelier e Degustatore Ufficiale, fa parte del panel delle guide Vitae e Viniplus ed è redattore della rivista Viniplus di Lombardia. Sostenitore delle tradizioni eno-gastronomiche locali, ha prevalentemente orientato la sua passione alla valorizzazione dei vitigni autoctoni e delle zone vitivinicole ritenute “minori”, sulle quali tiene seminari e degustazioni tematiche. È relatore abilitato per varie lezioni del secondo livello.

Informazioni e Prenotazioni

Per informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Per prenotazioni: utilizzare il sistema di prenotazione on-line
 

L’evento è riservato ai Soci AIS in regola con la quota associativa di AIS Nazionale 2022.

Caratteristiche dell'evento

Inizio evento 08-11-2022 21:00
Termine evento 08-11-2022 23:00
Data inizio iscrizioni 08-10-2022
Posti 30
Chiusura iscrizioni 07-11-2022 23:55
Costo per persona 35,00€
Luogo
Milano - The Westin Palace Hotel
P.zza della Repubblica, 20
Milano - The Westin Palace Hotel
Effettua il login per iscriverti a questo evento
35,00€ 3